Divinazione di Ticuu

Ti sei perso il nostro ultimo video?

Statistiche

Zoom
 
21
Tempo di carica
 
540
Impatto
 
67
Precisione
 
52
Stabilità
 
36
Tempo di tensione
 
612
Velocità di ricarica
 
40
Dimensione inventario
 
55
Maneggevolezza
 
36
Mira assistita
 
39
Direzione del rinculo
 
77

Perk

Fiamma sacra

Sparare con quest'arma senza mirare lancia una serie di proiettili traccianti.
I bersagli tracciati da questi proiettili esplodono alla morte o quando colpiti da un'altra esplosione di Fiamma sacra.

Corda tattile

Corda dell'arco stabile e ad alto attrito.
• Aumenta leggermente la precisione
• Aumenta la stabilità

Impennaggio dritto

Impennaggio moderno per tracciati rettilinei.
• Aumenta la precisione

Frecce della causalità

• Le frecce scoccate mentre prendi la mira causano la detonazione immediata di Fiamma sacra.

• I colpi di precisione con frecce scoccate alla perfezione aumentano la potenza della detonazione.

Conta-uccisioni disattivato

Nessun conta-uccisioni per quest'arma.

Alloggiamento catalizzatore vuoto

Questo alloggiamento può contenere un catalizzatore.

Lore

I due legionari frugavano nell’armeria del loro deposto imperatore. Spostarono da parte le macerie e sollevarono un arco di metallo affilato, la cui sottile struttura di lame annerite era tenuta insieme da cavi.

“Questo l’hanno fatto gli psionici, in modo che non tu possa mai mancare.”

“Eh? E come hanno fatto?”

“Ci hanno messo dentro il momento.”

“Quale momento?”

“Il momento in cui scocchi, che è anche il momento in cui la freccia colpisce.”

“Non manchi veramente mai?”

“No, tranne nel caso in cui avresti mancato comunque.”

“Ma se manchi, lo trasforma in un momento in cui non manchi?”

“Sì. A meno che non si tratti di un momento in cui hai mancato.”

**

Era il terzo giorno dell’unione inorganica. La voce di Ticuu era ormai roca, ma stringeva l’arco al petto, tenendolo fisso nella sua mente.

Ticuu fuse i suoi pensieri col nulla. Un metaconcerto meticcio, una voce nella vastità, un’armonia temporale di un’unità.

Tre frecce, sibilanti di potere solare, apparvero nella sua mano chiusa.

Poi, un’eco: un dissonante lamento di crini tesi sui cavi sfilacciati. Ticuu pizzicò la corda dell’arco. Macchie di sangue apparvero sul pavimento. La pizzicò di nuovo, riempiendo l’aria di vibrazioni opprimenti.

Del sangue colò dalle sue dita, rispecchiando il motivo ai suoi piedi.

**

“Come fa a creare le frecce?”

“Vengono da un altro momento, in cui sono state messe lì.”

“Quando scocchi un freccia, come fa a sapere quali teste colpire?”

“Raggiunge un momento futuro, in cui le teste sono sempre trafitte da frecce.”

“Va bene, ma quali teste?”

“Quelle già trafitte dalle frecce.”

**

La mente di Ticuu si svuotò dei pensieri, dissipandosi nella nebbia mobile di ciò che sarebbe stato.

Il momento lo circondava come una ruota vuota. Il suo canto lo trattenne e la congiunzione lo fissò al suo posto. Tre punti armonici tra la volontà e la materia.

Il suo pugno si alzò. Tre frecce penetrarono nella sua pupilla a Y. Erano sempre state lì. Tre punti, sospinti attraverso l’eternità.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Divinazione di Ticuu”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *